Diario palermitano

La Cattedra di Letteratura italiana contemporanea (Dipartimento di Scienze umanistiche, S.U.P.C.) ha accolto l’invito dell’Espresso a «rimboccarsi le pagine» inaugurando, sul sito Lo specchio di carta, la sezione “Diario palermitano”. Con l’intento di dare seguito fattivo alle sollecitazioni nate durante l’incontro tra la redazione del settimanale e gli studenti della nostra Università, inauguriamo questo “Diario” che, attraverso le testimonianze corali dei giovani e la freschezza del loro sguardo, vuole restituire un racconto inedito della città di Palermo.

***

(15 aprile 2020)
DIARIO DEGLI SCRITTORI

Non poteva mancare nel Diario dello Specchio di Carta la voce dei nostri amici scrittori. Abbiamo infatti la consuetudine, come è noto, di dedicare ogni anno, un Laboratorio a un romanzo contemporaneo che si conclude ogni volta incontrando l’autore. L’inedita condizione in cui versiamo in questo momento ci spinge, ora, invece, a chiamare in causa molti di loro. Si comporrà così insieme, come suggerisce Elvira Seminara – che inaugura questa sezione – “un ipertesto” che abbatta, in una polifonia inedita, “i muri di casa” e dilati lo spazio dei nostri incontri.

 

***

Mar 10
Set 02

Diario degli scrittori. Milano, 30 agosto 2020

  (di MARCO BALZANO) Dopo cinque anni in cui nulla smetteva di correre – il premio Campiello, due bambini, i libri che occupano sempre più spazio – potevo finalmente fermarmi. L’estate scorsa ero davvero felice di mettermi in congedo da scuola per dedicarmi alla scrittura del nuovo romanzo e ai viaggi all’estero per presentare la traduzione di Resto qui. Israele, Stati Uniti, Brasile e, più…... read more →
Ago 25

SCRIVERE DIARI, IERI E OGGI

( di FRANCO LO PIPARO) Una premessa terminologica. “Diario” è parola che deriva dal latino dies ‘giorno’ e viene solitamente usata in riferimento a un’opera in cui lo scrivente annota fatti e sensazioni che vive in prima persona. Nella sua accezione più ampia e iniziale indica genericamente una «forma elementare di storia in cui gli avvenimenti…... read more →
Ago 19

Uomini e no

(di ANTONIO DI GRADO) I nostri antenati ebbero in sorte l'orrore insensato delle guerre. Orrore insensato, ripeto. E tuttavia dava sangue e nervi a un carattere, a un destino.  Anche noi oggi abbiamo una guerra. Anch’essa orribile e insensata. Ma almeno ci desse nervi saldi e solido buon senso! Almeno ci trovasse all’altezza di quell’atroce, interminabile emergenza…... read more →
Ago 11
Ago 07

Considerazioni sulla pandemia

(di GIULIO FERRONI) Ciò che stava accadendo nel marzo del 2020 e la conseguente chiusura generale a chi, come me, aveva già attraversato più di settant’anni di vita, può aver dato, oltre alla più generale ansia, la sensazione di aver avuto la chance singolare di essere arrivato davanti ad un evento di eccezionale…... read more →
Lug 07
Giu 22
Giu 10
Giu 02
Mag 26
Mag 25
Mag 25
Mag 25
Mag 25

Diario in tempo di… Partinico, 03 Aprile 2020

(di VITO SALVATORE MESSINA) Partinico, 03 aprile 2020 Conversazioni e condivisioni. Svegliarsi alle 8.00 del mattino a Partinico illuminata e scaldata da un sole primaverile, silenziosa e ammutolita da un decreto che mira a sconfiggere un nemico microscopico e quasi invisibile. La giornata é scandita da silenzi assordanti, fatta di…... read more →
Mag 22

Diario degli scrittori… Orta, 18 maggio 2020

(di LAURA PARIANI) Orta, 18 maggio 2020 Non passa ora senza che il telefono squilli: “Carissima, mi fai un videino sulla fine del sconfinamento?” oppure “Potresti scrivermi otto cartelle per un’antologia che stiamo mettendo insieme sulle conseguenze del coronavirus? Dài, cosa ci hai d’altro da fare?”… E il tentativo di…... read more →
Mag 18
Mag 17
Mag 13

Tempo di… diari

(di NATALIA LIBRIZZI) Faccio una pausa. Sono nel giardino di casa e sento il mio respiro libero di circolare, senza mascherina né autocertificazione. Questi giorni sembrano dilatare e, al tempo stesso, comprimere una martellante sensazione di impotenza. Annotarla mi turba perché, in una conseguenza del tutto matematica, significherebbe fare ordine…... read more →
Mag 12

Diario in tempo di… Carini, Martedì 28 aprile 2020

(di IRENE MANCUSO) Carini, Martedì 28 aprile 2020 “Cinquantesimo giorno”. Anche stamattina, sulla mia agenda, appunto questa annotazione che mi tiene aggiornata sull’avanzare della quarantena. Cinquantesimo giorno. Rileggo le parole una seconda volta. Le fisso, sbalordita. Sono già passati cinquanta giorni dall’inizio di questo assurdo periodo? Sì. Il lockdown, come…... read more →
Mag 12
Mag 11
Mag 11
Mag 08
Mag 07
Mag 07

Diario in tempo di… Capaci, 3 maggio 2020

(di ALBA CASTELLO) 3 maggio 2020 Ore 8:03 Sento gli occhi ancora sgualciti dal sonno. Sorseggio un caffè amaro, distrattamente, davanti al pc. La mia cattiva abitudine di trascurare la colazione. Inizia così, scialba, un’altra domenica di quarantena. L’ultima prima della “fase 2”. La “Fase 2”: una locuzione entrata in…... read more →
Mag 07

Diario in tempo di… Carini, Martedì 28 aprile 2020

(di IRENE MANCUSO) Cinquantesimo giorno Carini, Martedì 28 aprile 2020 “Cinquantesimo giorno”. Anche stamattina, sulla mia agenda, appunto questa annotazione che mi tiene aggiornata sull’avanzare della quarantena. Cinquantesimo giorno. Rileggo le parole una seconda volta. Le fisso, sbalordita. Sono già passati cinquanta giorni dall’inizio di questo assurdo periodo? Sì. Il…... read more →
Mag 03
Mag 03
Mag 03
Apr 28

Tempo di… diari

(di DONATELLA LA MONACA) Palermo, 26 aprile 2020 Ho sempre amato leggere i diari ma non sono mai riuscita a scriverne e ancora non so, in questo pomeriggio domenicale di fine aprile insolitamente uggioso, dove mi condurrà l’impulso che mi spinge alla tastiera del pc e che pur con la…... read more →
Apr 27

Diario degli scrittori (Lisbona, 31 gennaio – Roma, 23 aprile)

MARIA ROSA CUTRUFELLI. Lisbona, 31 gennaio - Roma, 23 aprile Lisbona, 31 gennaio È il mio ultimo giorno a Lisbona. Sono ansiosa. Inquieta. Nemmeno la vista dell'oceano, dal balcone dell'albergo, riesce a distrarmi. Aspetto con impazienza l'ora giusta per sintonizzarmi sul telegiornale italiano. Ed ecco, puntuali, le immagini dalla Cina:…... read more →
Apr 26
Apr 26
Apr 23

Giuseppe Montesano. Il bacio, una storia vera

Nella Giornata mondiale del libro ci fa piacere pubblicare, tra le pagine del nostro Diario, il gustoso divertissement che Giuseppe Montesano ci ha inviato. Giuseppe Montesano. Il bacio, una storia vera Il mio amico Edoardo, che si fa chiamare Eduardo perché dice che odia “il nome da fighetti” che gli hanno dato i suoi…... read more →
Apr 20
Apr 19
Apr 18
Apr 15
Apr 13
Apr 04

Tempo di… diari

(di CLAUDIA CARMINA)  Palermo, 3 aprile 2020 Tempo di… diari Prima. L’adrenalina da urgenza è il mio carburante. Ho sempre un obiettivo da centrare, corro al rilancio. Faccio programmi a lunga scadenza, a breve scadenza, a media scadenza. Mi spendo, mi stanco, sono irrequieta. Vado in continuo sovraccarico: impegni che rincorro…... read more →
Apr 03
Apr 03
Mar 31

Tempo di… diari

(di DOMENICA PERRONE) Le parole non entrano in quarantena. Tempo di… diari. Sabato 28 marzo 2020 Ore 18- Dopo nove giorni, passati rigorosamente in casa, stamattina, alle 8:30, sono uscita per fare la spesa. Munita di guanti e mascherina. Sì, anche se dicono che va portata dai malati e dai…... read more →
Mar 29
Mar 29

Diario in tempo di… Corleone, 25 marzo 2020

Inauguriamo con queste note il “Diario in tempo di …”. Preferiamo non aggiungere alcun sostantivo… tempo di guerra? di coronavirus? o di emergenza? Nessuna di queste parole ci piace come insegna, anche se, in qualche modo, le sottintendiamo. I puntini stanno qui, invece, alla ricerca di una parola nuova. Quest’anno il…... read more →
Ott 25

Insolita evasione – Diario palermitano

(di GIORGIA PRESBURGO) Scorgo dal finestrino un cartello stradale che segnala l’ingresso in una frazione di Custonaci: Purgatorio. Resto sbalordita perché ho percorso quella strada fin dall’infanzia e  quel tratto mi era sempre passato inosservato, forse a causa della mia abitudine di sonnecchiare in auto da passeggera. Purgatorio, un nome…... read more →
Ott 10

Palermo, mille e una fimmina ribelle

  (di CLAUDIA SPATOLIATORE) Palermo è una città che ha sempre avuto bisogno dell’altro per definirsi, per capirsi e apprezzarsi, riuscendo, però, a non stigmatizzarsi mai, a non darsi mai una identità univoca. Proprio perché l’univocità non le appartiene. Gesualdo Bufalino ha detto che «soffre, la Sicilia, di un eccesso…... read more →
Set 25
Lug 24